Fondi pensione: non rimandare a domani il tuo futuro!

Quando si parla di pianificazione finanziaria e scelta degli strumenti finanziari uno degli argomenti che passa sempre più inosservato è il fondo pensione, un tema controverso che crea spesso diffidenza e confusione. La pensione viene vista come un momento talmente lontano che non merita la nostra attenzione e preoccupazione.

Eppure quando sei giovane hai davanti a te una variabile molto importante: ovvero il tempo, che ti permetterà di ottimizzare al massimo il concetto di interesse composto.

La pensione è un tema molto discusso in Italia, soprattutto visti gli ultimi avvenimenti economici italiani che portano sempre di più a mettere in dubbio l’esistenza futura della pensione pubblica, almeno per come l’hanno vissuta i nostri genitori e nonni.

Se non ti sei posto il problema fino a questo momento, fermati un secondo e prenditi il tempo per leggere questo articolo e valutare tu stesso se è il caso di rimandare la tua serenità negli anni della pensione.

Perché è importante avere un fondo pensione in portafoglio

L’argomento ‘’pensione’’ in Italia sta diventando veramente tedioso, le ultime evoluzioni del sistema economico italiano stanno portando sempre di più i cittadini, ma soprattutto i giovani, a chiedersi se avranno mai accesso alla pensione pubblica nonostante i contributi versati.

Il gap salariale e il divario tra nascite e pensionati sta portando il nostro paese in una posizione in cui non riesce più a garantire un sussidio pensionistico per le generazioni a venire.

Per cercare di risolvere ha ben pensato di proporre ai cittadini la possibilità di allungare l’età lavorativa fino a 70 anni, per ora ad adesione volontaria.

Ma chi ti garantisce che per risolvere problemi futuri non diventi obbligatoria?

E sopratutto quanto pensi sarà impattante la riduzione del reddito una volta finita l’attività lavorativa?

Capisci bene che questa instabilità economica e la mancanza di una soluzione immediata da parte delle istituzioni porterà conseguenze drastiche, e chiaramente incideranno direttamente sui cittadini.

Su persone come te che per una vita hanno lavorato, pagato le tasse e si ritroveranno a vivere l’età pensionistica senza la serenità desiderata.

La previdenza complementare rappresenta, senza ombra di dubbio, la soluzione migliore per anticipare questo problema e darsi la possibilità di vivere la pensione con la tranquillità e la serenità desiderata tenendo anche in considerazione che…

… il debito pubblico italiano aumenta ogni giorno sempre di più, e proprio per questo siamo uno degli ultimi paesi del G7 per importanza e questo la dice lunga sul futuro del nostro paese. L’inflazione al 6% e i tassi in continuo rialzo portano a pensare che il debito italiano seguirà una curva in crescita.

Tutto questo contesto economico poco appetibile e decisamente preoccupante si stima che porterà entro il 2050 il tasso di sostituzione sarà del 68,5% per i lavoratori dipendenti e del 49,3% per i lavoratori autonomi.

E se oggi il costo della vita è già alto sorge spontaneo chiedersi come farai ad affrontare la pensione un domani con una riduzione stimata così decisiva?

Per quanto la pensione complementare rappresenti una soluzione ad un problema così preoccupante, non tutte le offerte presenti sul mercato hanno a cuore il raggiungimento della tua serenità negli anni della pensione.

Banche, poste e assicuratori sono pronti a offrirti pacchetti standard ancora prima di ascoltare i tuoi desideri e obiettivi futuri.

Affiancarti a un consulente indipendente ed esperto delle migliori soluzioni, ti permetterà di fare la scelta più ottimizzata possibile e in linea con i tuoi reali desideri.

Quali sono i vantaggi fiscali che offre un fondo pensione

Avere un fondo pensione in portafoglio è estremamente importante al fine di garantire la giusta serenità negli anni della pensione senza essere di peso a figli e nipoti e, come abbiamo visto in precedenza, contare sullo stato italiano non è per niente sicuro e diciamocela tutta tra 15/20 anni chi andrà in pensione il sussidio lo vedrà con il binocolo.

Il fondo pensione però non è importante solo perché ti permetterà di garantire a te stesso una dignitosa pensione dopo anni di lavoro, ma anche perché avrai la possibilità di ricevere un importante sgravio fiscale effettuando versamenti di anno in anno in forma volontaria e non obbligatoria.

Ad oggi, lo stato italiano offre la deducibilità del fondo pensione nella dichiarazione dei redditi fino ad un massimo di €5.164 e prelievi fiscali più vantaggiosi per tutti i rendimenti ottenuti dai BOT o impieghi simili e non è detto che sarà possibile in futuro.

Accantonare per la pensione non è più solo una scelta corretta a livello finanziario per la diversificazione del portafoglio ma è una vera e propria necessità!

Attualmente la media delle pensioni dei lavoratori autonomi è di €830 e per i lavoratori dipendenti è di €1.290, ma come abbiamo visto in precedenza è una somma destinata a dimezzarsi.

Sappiamo tutti che il costo della vita è caro… come pensi in futuro di sopravvivere con una pensione dimezzata rispetto al reddito medio di oggi?

Ora soffermiamoci un secondo sulla questione della deducibilità, perché è un enorme vantaggio fiscale che sfugge a molti risparmiatori e investitori.

La somma che versiamo nel fondo pensione, fino ad un limite di € 5.164, può essere dedotta nella dichiarazione dei redditi fino ad un massimo di € 2.221 di rimborso fiscale immediato.

Hai la possibilità di fare i versamenti sotto forma di versamento volontario oppure decidere di accantonare il tuo TFR, e se non sei a conoscenza del suicidio fiscale che devi sostenere per tenerlo in azienda prenditi del tempo anche per leggere QUESTO ARTICOLO 

Nella tabella che segue puoi vedere quanto rimborso fiscale puoi ottenere sulla base del tuo reddito lordo.

E se oggi lo stato italiano garantisce queste agevolazioni chi ti dice che ci saranno anche domani? 

Il fondo pensione è la sicurezza per la tua pensione

Come abbiamo già ampiamente spiegato, l’Italia è un paese sempre più indebitato e in difficoltà, non è in grado di dare nulla per certo. Il sussidio pensionistico pubblico, il ticket gratuito per determinate prestazioni mediche, l’istruzione e tanti altri servizi sono a rischio negli anni a venire.

Non siamo in grado di cambiare l’Italia da soli dall’oggi al domani, ma quello che possiamo fare per noi stessi è investire sul nostro futuro e la nostra serenità.

Se non tu, chi lo farà per te?

I fondi pensione non solo offrono opportunità di crescita del capitale, ma sono anche un mezzo efficace per la diversificazione degli investimenti, che è fondamentale per ridurre il rischio finanziario.

Gli investitori esperti sanno che mettere tutte le uova in un unico paniere può portare a perdite significative in caso di crisi nei mercati finanziari. I fondi pensione, tuttavia, permettono di distribuire gli investimenti su una vasta gamma di asset, compresi titoli azionari, obbligazioni, mercati emergenti e altre opzioni.

Questa diversificazione riduce il rischio complessivo del portafoglio e crea una maggiore stabilità nel tempo.

Per esempio, se il mercato azionario dovesse subire una brusca correzione, gli investimenti in obbligazioni o altri strumenti più sicuri nel fondo pensione potrebbero aiutare a proteggere il tuo capitale e a mantenere la stabilità finanziaria durante periodi di turbolenza economica.

 

La pensione rappresenta il periodo della tua vita in cui smetti di lavorare e conti sui risparmi e gli investimenti per mantenere il tuo tenore di vita. Un fondo pensione ti offre la sicurezza di avere una fonte di reddito predefinita durante la pensione grazie alla peculiarità di alcuni fondi pensione di godere della capitalizzazione e del consolidamento del rendimento ad ogni 31/12.

Puoi dormire sonni tranquilli sapendo che hai investito in modo oculato per garantire una pensione adeguata. La pensione non dovrebbe essere un periodo di preoccupazione finanziaria, ma un momento in cui puoi goderti la vita senza pensare costantemente ai soldi.

Investi ora nel futuro della tua pensione

Leggendo questo titolo sicuramente penserai, ecco l’ennesima persona che mi dice che devo agire ora.

Lo so che avrai sentito centinaia di volte parlare di vantaggi fiscali e previdenza complementare, eppure nonostante tutte queste volte sei ancora sul chi va là in merito all’azione.

La verità è che nonostante ci siano così tanti pressing sul tema le persone sono molto scettiche a riguardo, anzi sempre più diffidenti con l’aumentare delle proposte.

La diffidenza è come un muro di gomma sul quale rimbalzano le persone che non sono disposte a mettersi in gioco e comprendere che la pensione non è una coperta corta ma un problema vero e proprio che prima o poi tutti ci troveremo ad affrontare.

Non pensarci oggi significa continuare a vivere ignorando un problema che si presenterà con certezza, perché diciamocelo chiaramente noi non siamo eterni, arriverà il momento in cui smetteremo di lavorare e lasceremo spazio al riposo.

Ma se quel riposo non viene coperto adeguatamente dallo stato chi ci deve pensare?

Inevitabilmente il te stesso di oggi.

Il tema della pensione e dei vantaggi fiscali non va affrontato a ridosso della pensione perché inizia a sentirsi la pressione di un basso sussidio, va affrontato in tema di pianificazione finanziaria.

I miei clienti lo sanno, sia che siano ventenni o sessantenni, inserire un fondo pensione all’interno del portafoglio è un vero investimento per te stesso del futuro che ti sarà riconoscente per avergli garantito una pensione serena.

Investire sulla tua pensione, è una necessità che sta diventando sempre più importante. Prima decidi di agire e più spazio darai all’interesse composto di lavorare per te sopratutto se hai figli e nipoti e non vuoi essere un peso per loro nell’età della pensione.

Ricordati solo che per agire e usufruire dei vantaggi fiscali hai tempo fino al 31 Dicembre.